0

Affittare casa e vivere a Berlino

Brexit ha portato alla luce ciò che ai più era sfuggito nell’ultima decina di anni: Londra non è più il centro del mondo nel vecchio continente. Il flusso migratorio delle persone che fanno e creano le tendenze mondiali, già da tempo, non ha più come tappa di arrivo la capitale londinese bensì Berlino.

 

Berlino è il nuovo ombelico del mondo

Non è la classica città tedesca, in alcuni quartieri è più simile a New York che alla Germania, ha fascino, storia e un processo estremamente rapido di gentrificazione in atto. Berlino è la mecca delle tendenze a venire, un po’ come Londra vent’anni fa, ciò che vediamo ora nella capitale tedesca (o meglio, in alcuni quartieri di essa) arriverà soltanto nei prossimi anni alla diffusione di massa nelle altre città europee e mondiali.

Berlino è una metropoli splendida e piena di verde come nessuna altra città, con otto volte l’estensione dell’area di Parigi non soffoca i suoi abitanti, anzi li stimola al movimento e al mantenersi in forma. Berlino, che con la sua wegbier stupisce e mostra i suoi giovani spostarsi lungo le strade con bevande alla mano; dall’estate rigogliosa e da vivere all’aperto, e dall’inverno che porta temperature glaciali e neve.

Berlino non è una città semplice da vivere e, soprattutto, per gli italiani può essere problematica. Un impatto che la rigorosità della cultura tedesca mescolata a 160 nazionalità diverse trasforma in un cocktail esplosivo. Non ci sono tornelli nella metropolitana perché tutti rispettano la legge e si dotano di biglietto, per chi non lo fa si inizia con una multa salata e, alla seconda occasione, si finisce dritti in prigione.

I bar di Berlino ormai servono tutti pasta e cappuccino, si può vivere in città anche solo parlando l’inglese (ma il tedesco è d’obbligo per scendere nell’underground), in tanti locali si può fumare, le regole sono davvero regole da rispettare, l’estensione di questa città sembra immensa e non finire mai.

 

Una città in continuo divenire, avanti sui tempi

Berlino, contrariamente alle altre grandi metropoli, non ha un unico centro di città. Anche in questo è unica e si presenta come una capitale multi centro, ovvero ognuno dei quartieri principali possiede un centro di ampie dimensioni e ogni quartiere si trova a ridosso dell’altro. Ergo non ci sono prezzi da centro e prezzi da periferia nella vasta area metropolitana di Berlino: i prezzi da periferia arrivano molto all’esterno della cintura di città.

La scelta dunque si sposta dalla dicotomia centro/periferia alla diatriba tra quartieri (i tedeschi li chiamano Kiez, ovvero centri nevralgici che vivono di vita propria come città dentro la città), e la discriminante sul prezzo la fa la tipologia di casa, la vicinanza ai mezzi pubblici e il fatto che, in quel momento, il quartiere sia di tendenza o meno. A proposito, a Berlino con i mezzi pubblici si va ovunque e in tempi brevissimi, dunque non è un problema avere casa in un quartiere e lavorare in un altro.

Infine i quartieri di Berlino stanno cambiando velocemente e sono in perenne divenire: ciò che oggi è considerato il quartiere turco e dei kebab, domani potrebbe essere il quartiere più ricercato in assoluto e culla di designer e della moda. In generale, gli affitti di Berlino (e, in parte, anche le compra-vendite) sono più calmierati rispetto alle grandi capitali europee e mondiali, inoltre, solitamente, nel prezzo proposto vengono incluse anche tutte le spese come le bollette.

Berlino. La città più cosmopolita d'Europa

Berlino. La città più cosmopolita d’Europa

 

I quartieri dove affittare casa a Berlino

La mastodontica riqualifica in atto nei quartieri di Berlino rende il mercato immobiliare particolarmente effervescente: come detto, posti che venivano considerati degradati anni or sono, oggi sono i quartieri bohemienne e più ricercati in assoluto. A Berlino, ovunque andiate, vi capiterà di vivere a fianco a un artista, un musicista o, in generale, a qualcuno di creativo, perciò l’esperienza della nuova culla di tendenze berlinese in ogni caso vi toccherà da vicino.

Di guide ai quartieri di Berlino ne trovate a migliaia, una semplice ricerca su Google vi aprirà le porte di un mondo vasto, vastissimo. Non voglio aggiungere questo articolo alla massa, perciò vi suggerirò soltanto i tre quartieri che, secondo me, valgono la pena ora.

Berlino. Le mille facce di una città in continuo divenire

Berlino. Le mille facce di una città in continuo divenire

Scartiamo il Mitte, centro turistico per eccellenza e un po’ la city di Berlino, sicuramente il meno caratteristico. Scartiamo Prenzlauer Berg, dove è d’obbligo avere figli e dove i prezzi sono letteralmente alti. Scartiamo Friedrichshain perché qui è fin troppo di tendenza e, non ce ne vogliano, ma ogni tanto vorremmo anche dormire. Scartiamo poi tutti i quartieri più esterni perché meno ricchi di personalità, ma da tenere in conto per ottenere prezzi di affitto meno onerosi.

Arriviamo infine alle tre scelte.

Charlottenburg

Un luogo abulico e intrigante, invaso dai turisti che scattano foto e si deliziano di fronte ai suoi giardini rigogliosi e ai palazzi storici. Chic, forse un po’ snob, Charlottenburg ospita boutique di alta moda e locali etnici dall’aspetto raffinato, ma presenta anche un sottobosco di attività in via di espansione.

Tra schiere di palazzi antichi, si dispongono le bancarelle di prodotti freschi dei mercati locali e delle aziende biologiche dell’area attorno a Charlottenburg. Uno dei quartieri più belli della città, ben servito dai mezzi pubblici, delizioso con una vita molto vivace che non sfocia negli eccessi dei quartieri più giovani.

Charlottenburg. Tra il verde e i palazzi, l'incontro tra servizi e tradizione

Charlottenburg. Tra il verde e i palazzi, l’incontro tra servizi e tradizione

Charlottenburg è, in definitiva, un quartiere medio borghese, molto curato, lontano dagli hipster e dal caos della Berlino che vive di notte, un posto ideale dove vivere insomma. La popolazione è, in media, meno giovane e la vita meno caotica, ma il quartiere è comunque un posto ricco di servizi e dove non manca proprio nulla. Bastano poche fermate della metro o della sopra-elevata per raggiungere in un quarto d’ora le mete della baldoria più sfrenata oppure posti magici come l’Isola dei musei.

Appartamenti in affitto a Charlottenburg su airbnb

Appartamenti in affitto a Charlottenburg su nextpick

 

Kreuzkölln

Il quartiere (in verità l’unione di due Kiez, ovvero KreuzbergNeukölln) più multietnico della città, un posto che sprigiona energia e dove si concentra la maggior parte della vasta comunità di immigrati, artisti e personaggi alternativi. Nonostante il caos, la sporcizia, i turisti di ogni genere e gli spacciatori di ogni tipo, il quartiere mostra un’anima creativa e selvaggia che attira sempre più i nuovi abitanti di Berlino.

Kreuzkölln. Divertimento, avanguardia e il più alto tasso di multi-cultura

Kreuzkölln. Divertimento, avanguardia e il più alto tasso di multi-cultura

La decisa nuova avanguardia berlinese, dove il processo di gentrificazione cambia l’aspetto dei palazzi e delle vie, dove è in atto il più grande e profondo processo di rivalutazione della città: se volete essere al centro del cambiamento,  Kreuzkölln è il posto giusto per voi. Le varie opere di rifacimento e trasformazione, lo stanno rendendo uno dei quartieri più vivaci e multi-culturali di Berlino. Un quartiere caotico e, al tempo stesso, adatto alla creatività, che fa il verso all’east-side londinese e dove regnano sapori e odori che non si possono assaporare in nessuna altra parte della capitale tedesca.

Appartamenti in affitto a Kreuzkölln su airbnb

Appartamenti in affitto a Kreuzkölln su nextpick

 

Schöneberg

Schöneberg ovvero un quartiere dalle mille facce: dalla trasgressione, alla sperimentazione, dall’arte alla musica, il quartiere è vivace e piacevole durante il giorno e la notte. Ideale per un aperitivo tra caffetterie e ristoranti eleganti ma non troppo, bello per i numerosi luoghi di festa, le fontane, i parchi e i monumenti.

Scelto da David Bowie, Iggy Pop e Franco Battiato, il quartiere della vivacissima Hauptstrasse non rientra nei canoni tradizionali, ma è espressione di un modo di vivere: vivi e lascia vivere. Insomma, un posto dove poter vivere bene tra servizi e locali, dove la gente accetta praticamente tutto e dove poter essere sé stessi senza se e senza ma.

Schöneberg. Lontana dal turismo, tra tolleranza e trasgressione

Schöneberg. Lontana dal turismo, tra tolleranza e trasgressione

Antico cuore berlinese della comunità gay e lesbica, ricco di vetrine di negozi trasgressivi e di locali dall’anima libera e aperta. In questo quartiere, dove si trovano anche bei teatri, piscine e parchi, si trova una delle birrerie più autentiche della città, la Felsenkeller, famosa per le birre spillate all’antica e i suoi piatti della tradizione tedesca. Non ci sono turisti, pochissimi alberghi e l’allegria regna sovrana: Schöneberg è il luogo dove la tradizione incontra lo strano e il moderno, all’insegna del rispetto e della convivenza reciproca.

Appartamenti in affitto a Schöneberg su airbnb

Appartamenti in affitto a Schöneberg su nextpick