0

Balle! Sono soltanto balle!

Anche oggi, alla televisione o su Internet, potreste incappare in uno di quei sondaggi tanto simpatici che mostrano come gli italiani, o gli americani, o i cambogiani, o chiunque al mondo, siano frustrati, siano infelici, siano pessimisti sul futuro. Le persone hanno perso la pazienza, non si fidano più dell’economia e della politica, non hanno più prospettive o leader.

Non esiste più la sicurezza di un lavoro, non esistono più persone indispensabili, non ci sono più certezze. Balle! Sono soltanto balle! I leader ci sono eccome, il problema è che sono tutti del lato oscuro della Forza. Le certezze ci sono eccome: le tasse sono da pagare tutti gli anni, sempre. Le tasse aumentano di continuo, sempre.

I politici e le organizzazioni mondiali hanno promesso, già da anni, che le cose sarebbero tornate alla normalità. Balle! Sono soltanto balle! Qua non si sta normalizzando un bel niente, qua le cose continuano a peggiorare. E’ chiaro che, forse, questa è una nuova forma di normalità e che il mondo non sarà più quello di prima.

In molti cercano di propinarci nuovi modelli di vita o nuove idee di business. Tornare ai fondamentali, vivere con l’essenziale. Balle! Sono soltanto balle! Chi era minimalista, lo era già per altri motivi, non per la crisi. Si, forse qualcuno prenderà la palla al balzo e farà un deciso cambiamento di vita, qualcuno coglierà l’occasione per liberarsi di certe catene e per impostare la propria esistenza in maniera migliore.

La maggior parte però continuerà a patire le pene dell’inferno, a farsi richiamare dal lato oscuro della forza, nonostante tutti i chiari ed evidenti segnali che lo circondano. Persone che mangeranno meno, pur di avere l’ultimo modello di smartphone o pur di partecipare all’aperitivo in società. E cos’è vita questa?

Le jeux sont faits, messieurs.