0

Come cambiare vita e vivere smart

Succede a tutti, a un certo punto della propria vita qualcosa non va. Una storia d’amore, un’attività professionale, uno sport agonistico, oppure un malessere generale. Si arriva al punto da non riuscire più a stare nella situazione che, qualche tempo prima, ci sembrava esattamente ciò che volevamo e che calzava perfettamente a noi. Malessere, ansia, pensieri e un velo di insofferenza malcelata, voglia di mollare tutto e andarsene. Si cerca di resistere, di negare ciò che sta accadendo, ma non c’è nulla da fare: il nostro intimo lo sa meglio di noi stessi, stiamo cambiando, non siamo più le stesse persone di un tempo e iniziamo ad avere bisogno di altro nella nostra vita. A volte per cambiare vita tutto quello che serve è cambiare direzione, cambiare lavoro, cambiare modo di essere, cambiare abitudini, cambiare abitudini. Non importa cosa, ma l’importante è cambiare.

Cambiare abitudini per cambiare la propria vita

Non sempre il bisogno di nuovo e di novità è sinonimo di una vita non soddisfacente, a volte si tratta soltanto di un bisogno di cambiamento fisiologico. Antenati ancestrali che migravano di continuo, che cambiavano partner ripetutamente nel corso di una vita e che non raggiungevano mai una solida stabilità, ci hanno trasmesso questa necessità intima di cambiamento. Perché mai sentiamo questo bisogno impellente di cambiare auto o telefonino, quando quelli in nostro possesso sono ancora perfettamente funzionanti? Perché mai sentiamo il bisogno di cambiare marca di dentifricio, tipo di pasta o anche solo di provare quel tal cibo etnico?

Per cambiare vita è necessario cambiare abitudini

Per cambiare vita è necessario cambiare abitudini

Perché siamo esseri in continua evoluzione e in perenne mutamento, la selezione è naturale e ha la possibilità di eliminare le caratteristiche dannose a fronte del mantenimento di quelle vantaggiose. Non siamo esseri fatti per essere racchiusi in una definizione e nemmeno fatti per essere lasciati all’interno di quella definizione per tutto il corso di una esistenza. I tempi sono cambiati, viviamo una epoca di incredibili opportunità e rimanere bloccati in una situazione che non ci è congeniale, in un malessere, non ha più senso. Possiamo mollare tutto e ricominciare senza troppi patemi. Possiamo anche cambiare idea e farlo ripetutamente. Le opportunità ci sono tutte e basta soltanto saperle cogliere: ecco perché si può davvero cambiare vita, a patto di volerlo seriamente.

È necessario il silenzio e la meditazione, certe decisioni non si possono prendere di getto.Parliamone con tutte quelle persone di cui ci fidiamo, ascoltiamo le loro remore, valutiamo le obiezioni. Pensiamo, stiamo davvero facendo la cosa giusta? Prima ascoltiamoci dentro con calma, prestiamo attenzione ai nostri sogni, valutiamo le indicazioni preziose di amici, parenti e conoscenti. Poi, però, decidiamo da soli. Ecco la parte più importante: valutare il cambiamento, qualunque esso sia, e basarlo soltanto sulle nostre reali esigenze. Fare o non fare. Non c’è provare.

La voglia di cambiamento, ma anche le conseguenze del contesto affettivo e delle abitudini che fino ad oggi abbiamo tenuto, facciamo attenzione al passaggio epocale che stiamo per affrontare e alle conseguenze che potrà avere nella nostra vita e nelle persone che ne fanno parte. È necessario restare lucidi, fondamentale non farsi prendere dalla pulsione del cambiamento a tutti i costi, fare attenzione allo strappo che avverrà con tutto il passato, e al contempo lasciar da parte i sentimentalismi che portano a prendere decisioni errate e lontane dalla saggezza che invece è necessaria in questi contesti.

Come trasformare la propria vita per essere felici davvero

Quando qualcosa preme sul tuo essere per cambiare, la fretta e l’istinto tendono a prendere il sopravvento e costringono a forzare le decisioni. Non dobbiamo cedere di fronte a queste forti pulsioni, il nostro cervello ha bisogno di elaborare, centellinare, valutare e comprendere per intero ciò che sta accadendo. Se un desiderio è autentico, la ponderatezza, la valutazione, la saggezza, non possono che aiutarla, sostenerla, incoraggiarla.

Cambiare città, cambiare partner, cambiare lavoro

Cambiare città, cambiare partner, cambiare lavoro

Il cambiamento va sognato e inseguito. Non serve credere, serve dedizione. Temporeggiare non importa, sapendo ciò che si vuole davvero, rimandare ancora crea un senso di vuoto e di impossibilità a fare difficile da sostenere, perciò meglio soprassedere. Se si decide, si va. Se non si decide, meglio non pensarci nemmeno e passare ad altro. Meglio riprendere la propria esistenza normale e riporre certi sogni, definitivamente, nel cassetto. Se vuoi cambiare la tua vita, significa che vuoi diventare felice, significa che ora non lo sei. Si può cambiare lavoro, cambiare macchina, cambiare marito, cambiare casa e trasferirsi ai tropici, si può stare male comunque, perciò il cambiamento deve essere di mentalità prima che fisico. Deve essere un cambiamento vero. La vita è ingiusta: abituatevi!

Se ci pensi, in giro per il mondo, ci sono milioni di persone che sarebbero attratte dalla tua vita, farebbero carte false per averla e diventerebbero le persone più felici del mondo. Per loro sarebbe la felicità totale, per te invece si tratta di una prigione tremenda. Ti sei mai chiesto perché sia così? Tanti vorrebbero essere al tuo posto, ma a te non basta. Ti sei mai chiesto cosa ti serve davvero per essere felice? Nella vita si possono fare tutti i cambiamenti possibili e ottenere tutto ciò che si desidera, ma non essere felice ugualmente. Come mai? Siamo forse condannati all’infelicità? Per essere felici, prima bisogna capire, prima di tutto, bisogni e esigenze, e poi cambiare.

Semplificare la propria vita e ottenere il meglio tutti i giorni

Il tempo per credere davvero nelle cose che vuoi cambiare. Cambiare non richiede troppo tempo o troppo impegno, l’importante è crederci e smettere di tergiversare. È necessario un attimo solo per cambiare, ma ci sono voluti mesi e anni per decidersi a fare quel benedetto cambiamento. Serve pazienza, non perdersi d’animo e serve credere davvero nel cambiamento, pensare che sia realmente la strada giusta per il nostro cambiamento. Se poi ci siamo sbagliati, zero problemi perché ci siamo messi in gioco, ci abbiamo provato e il già solo fare questo passo è stato un bene per la nostra esistenza, poi ci riproveremo. Ci rimetteremo in gioco ancora e faremo del nostro meglio ancora per riuscire finalmente a cambiare vita. E prima o poi, arriverà il cambiamento vero.

Per cambiare occorre mens sana in corpore sano

Per cambiare occorre mens sana in corpore sano

1 – Tempo

Il tempo è l’unità di misura fondamentale nell’esistenza di una persona, il tempo scandisce le nostre giornate e limita i nostri impegni. Utilizzare al meglio il nostro tempo diventa fondamentale per qualunque cambiamento noi vogliamo o desideriamo approntare nella nostra vita. Imparare ad alzarsi presto la mattina è un ottimo sistema per sfruttare la massimo le nostre giornate: ci sembrerà di avere a disposizione più tempo, di avere letteralmente più ore da utilizzare. Appena acquisteremo questa abitudine nuova, ci sembrerà di stare meglio anche fisicamente e di essere più attivi. Avere più tempo a disposizione aiuta a essere più felici e a cambiare vita. Abituare il proprio organismo ad alzarsi specificatamente a una determinata ora ogni giorno è il modo migliore per stimolare il proprio orologio biologico e costringerlo a sintonizzarsi di conseguenza. Rendendo costante e meno traumatico il momento del risveglio, si arriverà a conquistare una nuova e proficua abitudine in breve tempo.

Il consiglio: Alzati prima delle 6 del mattino.

L’approfondimento: I motivi per svegliarsi presto ogni mattina (consigli e benefici)

2 – Bisogni

Inizia a comprendere le cose di cui hai bisogno tu e cerca di distinguerle dai bisogni delle altre persone che fanno parte della tua vita. La tendenza innata dell’uomo a dire si anche alle cosa a cui si vorrebbe dire no è una inclinazione dovuta alla volontà di non vover deludere le altre persone che fanno parte della nostra vita, come il nucleo famigliare o le amicizie. È l’istinto di protezione che abbiamo intrinseco a livello ancestrale, ma i tempi sono cambiati: se diciamo no, non significa che condanniamo qualcuno a morte. Per queste motivazioni, è importante imparare a dire di no agli altri e focalizzarsi sulle proprie esigenze. Negarsi alle persone e perseguire i propri obiettivi è un percorso fondamentale per chi vuole cambiare vita perché dire no significa smettere di adeguarsi alle pressioni cognitive e sociali dettate da gli altri e questo serve a tutelare i propri valori.

Il consiglio: Concentrati a fare le cose che ti rendono felice.

L’approfondimento: Imparare a dire No. L’importanza di affermare se stessi e le proprie esigenze

3 – Salute

Se si desidera davvero cambiare vita, è fondamentale essere predisposti anche fisicamente a farlo. Essere in buona forma fisica, aiuta a essere svegli e reattivi in tutte le situazioni in cui ve ne potrebbe essere bisogno. Migliorando la forma fisica, corpo e mente diventeranno più scattanti e reattivi. Ed è ragionevole credere che vivrai più a lungo. Concediti, con il sorriso sulla faccia (magari promettiti un premio a fine sessione), una seduta quotidiana dedicata alla tua salute e alla forma fisica e mentale. Un’ora è sufficiente per tutto questo: suddividila in tre parti da venti minuti, attività fisica, meditazione/yoga e lettura. Così facendo, ogni giorno allenerai il tuo corpo e la tua mente a stare meglio. Cambiare significa innanzitutto cambiare ciò che facciamo male ogni santo giorno: le nostre abitudini più tossiche. Se vuoi davvero cambiare vita, se vuoi davvero ottenere risultati migliori di quelli che hai ottenuto finora, allora inizia a cambiare le abitudini dannose per la tua mente e per il tuo corpo. Si tratta di un processo lungo e difficile, perciò la maniera migliore di iniziare è quella di partire dal basso e, con costanza e impegno, di portare avanti un vero percorso di crescita.

Il consiglio: Concediti ogni giorno un’ora per la tua salute.

L’approfondimento: Come cambiare vita in 60 minuti (al giorno)

4 – Sicurezza

Se si desidera davvero cambiare vita, è fondamentale essere consci dei propri mezzi e non farsi sopraffare dalla sindrome dell’impostore. Se siamo preparati, se abbiamo determinate skill, se possediamo professionalità degne di nota, non dobbiamo certo sentirci inadeguati. Se le richieste di competenze di una offerta di lavoro ci spaventano, nonostante la qualità della nostra preparazione sia adeguata, allora siamo in una condizione di stallo senza un effettivo motivo. Senso del dovere e senso critico che si intrecciano in un turbine deleterio: non serve conseguire nuovi risultati, approntare nuove competenze, imparare ancora, il nostro senso di inadeguatezza non farà che crescere. Chi ha un forte senso del dovere, sente dover corrispondere delle aspettative alte e spesso si fa sopraffare; chi ha invece la consapevolezza di poter sbagliare, spesso riesce a ottenere risultati più alti.

Il consiglio: Cerca di ricordare la fatica e l’impegno che hanno preceduto i successi.

L’approfondimento: Sindrome dell’impostore: lo strano timore delle persone capaci

5 – Divertimento

Atteggiamento positivo e allegria riescono ad aprire porte insperate. Che si tratti di lavoro, amore o rapporti con gli altri, un atteggiamento vivace mette sempre sotto una luce più positiva, migliora i rapporti interpersonali e favorisce la riuscita dei lavori di gruppo. Una scaletta degli impegni renderà più agevole portarli a termine e ne alleggerirà il peso, contribuendo a rendere il proprio lavoro (o obbligo in generale) meno opprimente. Lavorare, studiare, rapportarsi ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo consente di farsi piacere ciò che fino a poco prima veniva percepito come un obbligo;  acquisire professionalità permette di divenire persone sicure di sé e di svolgere le proprie mansioni senza lo stress dell’insicurezza e senza i patemi del ‘non riuscire’. L’importante è non perdersi d’animo: con un po’ di volontà e la giusta motivazione, ogni traguardo è raggiungibile e fatto il primo, il secondo diventerà più divertente da raggiungere, il terzo ancor di più… e via dicendo.

Il consiglio:  Per divertirsi, è necessario rispettare la scadenze e rimanere nei tempi previsti.

L’approfondimento: Come sviluppare un atteggiamento mentale vincente