0

Combattere la sciatica

Ci sono momenti nella vita in cui si comprende di essere mortali

Quando la vita non ti riserva sgradite sorprese e ti permette un’esistenza serena e tranquilla, ti puoi ritenere fortunato. Purtroppo, chi più chi meno, per tutti arriva il momento di fare i conti con dei guai che riguardano la salute. E anche se non si viene a contatto con il terribile mondo degli infortuni sul lavoro e non, ci sono patologie subdole che vengono comunque a fare capolino. Una di queste è la terribile sciatica: una patologia oscura che nemmeno i più alti luminari della medicina mondiale hanno compreso appieno. Non si sa perché si formi, perché arrivi, quanto duri, come si curi e quant’altro. O meglio, lo si sa ma soltanto in parte, e lo si sa ma cambia (e di molto) a seconda della persona e di tante altre mille variabili.

Sciatica, sciatalgia, lombosciatalgia. Tanti nomi, un unico denominatore: il dolore persistente

La sciatica non è una patologia singolare e fine a sé stessa, la sciatica (detta anche più correttamente sciatalgia) è il sintomo inequivocabile (non in tutti i sensi) di un problema a carico dei nervi. In particolare, stiamo parlando del nervo sciatico, che può essere disturbato da un’ernia, intrappolato dai muscoli o torturato dal piriforme. Ecco che si arriva a parlare anche di lombosciatalgia, di ernia al disco, di problemi alla colonna vertebrale, di sindrome del muscolo piriforme e infine di falsa sciatica. Tanti aspetti diversi, tante cause differenti(o con-cause) e un unico inarrestabile punto in comune: il dolore acuto. Dolore e fastidio, formicolio, mancanza di forza, rigidità muscolare, difficoltà di deambulazione o necessità assoluta di rimanere nella posizione distesa: un vero e proprio calvario inarrestabile. Di solito non arriva immediata per causa di un trauma, no, la sciatica è più subdola. Cresce nel tempo, somma piccoli traumi e mette insieme più problematiche come la cattiva postura, la vita sedentaria e tantissimi altri particolari. Cresce, cresce, cresce, sino a diventare un dolore fortissimo e insostenibile che nemmeno antinfiammatori e antidolorifici riescono a calmierare. Dicono che, generalmente, passa da sola nel giro di due, forse quattro, forse otto, forse dodici settimane. Non si sa, leggendo le testimonianze di chi ha sofferto di sciatica o di patologie simili, può durare anche anni.

Il dolore non guarda in faccia a nessuno. Giovane o anziano, sportivo o obeso, il dolore arriva

La cosa incredibile è che la sciatica non guarda in faccia a nessuno, non fa’ differenze o preferenze. Ti può assalire in giovane età o nella vecchiaia, e non importa che tu sia obeso, sotto forma, in forma o sportivo. Ci sono dei micro traumi che ognuno per tipologie diverse di cause può contrarre e, in quel caso, la sciatalgia arriva. Eccome se arriva. Ora, qui non siamo medici, terapisti o fisiatri, ma siccome le persone che stanno più sedute (per lavoro o per diletto) sono una delle categorie più soggette a sviluppare la sintomatologia che va caricare il nervo sciatico, allora ci sentiamo in dovere di mettere in guardia i nostri lettori e persino di azzardare qualche consiglio.

  • Movimento. Bilanciare le ore passate da seduti con relativo movimento

  • Stretching. Mantenere elastica la muscolatura e, più in generale, ogni fascia corporea è fondamentale

  • Disciplina. Posture corrette sia da seduti che da in piedi. Postazioni adeguate e sedie ergonomiche

In ultima istanza, qualche utile lettura.

  • La scimmia Yoga di Sara Bigatti Con il suo approccio nuovo, gioioso, semplice ma efficace, questo libro rivoluziona una delle discipline più antiche del mondo, partendo dal presupposto che lo Yoga è di tutti e per tutti, e che si può intenderlo anche come un percorso giocoso, una buona “ginnastica” che rassoda, distende e armonizza il corpo e, cosa magnifica, anche la mente. Organizzato come un vero corso, con una serie di sequenze che possono essere praticate singolarmente o insieme, “La Scimmia Yoga” entra nel vivo della pratica offrendo consigli e soluzioni per affrontare la giornata con più energia e buon umore, per essere belli, oltre che brillanti; per ritrovare il sorriso e la vitalità e, perché no, anche la gioia ristoratrice di un buon sonno. Questo libro è a tutti gli effetti un invito a ritrovare la serenità interiore e la forma esteriore!
  • Ritorno alla vita. Metodo Pilates: gli esercizi e gli scritti originali di Joseph H. Pilates Il metodo Pilates è una ginnastica posturale e riabilitativa sempre più praticata, anche per il semplice mantenimento della forma fisica, grazie alla sua straordinaria efficacia. Gli esercizi sviluppano la consapevolezza del movimento rafforzando tutti i muscoli, ma senza gonfiarli: il risultato è un corpo tonico e flessuoso. La grande versatilità del metodo ne rende possibile l’applicazione in molteplici campi tra cui danza, fisioterapia, training sportivo, fitness. Pubblicato nel 1945, questo è il testo in cui Pilates stesso ha spiegato i principi fondamentali del suo metodo e gli esercizi del Mat Work, il lavoro a corpo libero. Postfazione di Giuliana Scoto.
  • Ginnastica posturale. Esercizi e consigli per conquistare una postura corretta di Erio De Col Le cause delle principali patologie muscolo-scheletriche in generale e quelle della colonna in particolare derivano dalle cattive posture e dall’uso scorretto del corpo. Purtroppo lo stile di vita attuale impone di passare parte della giornata seduti o in posizioni che sollecitano negativamente le strutture osteomuscolari, danneggiandole. A queste cattive abitudini sono quindi spesso associati tutti quei frequenti dolori a carico della colonna (cervicalgie, lombosciatalgie) o degli arti (borsiti, tendiniti, dolori artrosici etc.). Del resto per avere una buona postura e un corretto controllo del corpo è necessario possedere un buon equilibrio muscolo-scheletrico unito a una ottima percezione e conoscenza del proprio corpo. Per riuscire in tale intento è indispensabile praticare un metodo composto da esercizi in grado di incidere in modo veramente significativo sulla postura, un metodo dal nome conosciuto, insegnato in quasi tutte le palestre: la ginnastica posturale.

Una ulteriore post-fazione: la conoscenza prima di tutto e l’esercizio poi. Seguendo un pratico e quotidiano piano di bilanciamento della postura seduta e di quelle sbagliate si può arrivare a prevenire tutte le patologie connesse al nervo sciatico e più in generale alla colonna vertebrale. Elasticità, allungamento e posture corrette permettono agilmente di evitare di incorrere in spiacevoli malanni, ma se siete tra quelle persone che devono lavorare tante ore sedute di fronte al PC, qui vi aggiungiamo un ulteriore salvifico consiglio(e dispendioso). Non sarà la panacea di tutti i mali, ma aiuta e molto, perciò dite al vostro capo di acquistarvene una (dovrebbe essere anche previsto dalla legge sulla sicurezza sul lavoro) oppure se siete autonomi investite parte del vostro denaro in una poltroncina da ufficio come quella presentata qui sotto. Non ve ne pentirete e la vostra schiena(oltre che al vostro nervo sciatico!) vi ringrazierà.

(Visited 132 times, 1 visits today)