0

Controllo

A volte doloroso, a volte gratificante, a volte insignificante, il controllo è una di quelle, come definirle, forze che risultano sfuggenti e dinamiche al tempo stesso. Il controllo, volente o nolente, è sempre presente nella vita di una persona e lo perseguita lungo tutta la durata della stessa. Il controllo è un moto perpetuo all’interno della sfera dell’esistenza di un essere umano. Puoi controllare o essere controllato, oppure, eventualità che va per la maggiore, entrambe le cose. Profondamente penetrante, può essere spaventoso e deleterio, oppure dare sensazioni di piacere, infine può risultare un tormento per la psiche umana. Parafrasando una reclame di pneumatici che andava qualche tempo fa, il controllo è tutto.

Autocontrollo e controllo di se stessi non sono la stessa cosa, ma possono combaciare. Controllare e avere cura dei nostri fardelli, sopprimere le emozioni per incatenare i nostri drammi, non esplodere il proprio io al mondo, questo vuol dire essere in grado di controllarsi. La meditazione è una industria in crescita, vi siete mai chiesti il perché di ciò? La società in cui viviamo attualmente spinge le persone ad avere dei ritmi di vita assurdi e il lavoro ormai è una fonte di stress inesauribile, ecco che avere la capacità di controllo sulle proprie emozioni, sul proprio stress e sullo stesso io, rende le persone migliori e in grado di affrontare agevolmente gli scogli della vita.

Controllare il mondo attorno a sé, controllare le persone, controllare i propri oggetti e le proprie aspettative. Il controllo è fondamentale per avere una esistenza felice e serena, ma attenzione! Controllare gli altri non è una bella cosa e, solitamente, è prerogativa di persone potenti che non hanno troppo rispetto per la vita altrui. Controllare il mondo attorno a noi stessi potrebbe voler dire che abbiamo mire di gestione di regimi totalitari. La natura non si controlla, gli oggetti si. Ecco che, per una vera esistenza felice, bisogna andare verso una vita dove il controllo perde di importanza, perde di interesse. Dove ci si lascia andare, dove si perdono le inibizioni, dove si gettano via le maschere che siamo costretti a indossare quotidianamente, ecco un bel luogo dove vivere.

E allora creiamolo quel luogo, creiamolo nella nostra mente e lasciamo perdere il controllo.

(Visited 65 times, 1 visits today)