0

Abitudini per imparare a risparmiare

La quantità di soldi, di denaro, che hai non ha nulla a che vedere con se sei o meno una brava persona. Il denaro non è un problema emotivo, ma la maggior parte delle persone lo vive come tale. Colpa della società? Colpa intrinseca dello stesso denaro? Non lo so, so solo che, oggi, il denaro viene vissuto male. Da chiunque, sia da chi ne ha in abbondanza e sia da chi non ne ha. Forse è davvero un problema intrinseco del denaro. Forse. Il denaro è uno strumento e dovrebbe essere considerato soltanto tale, il denaro ha il suo personale vocabolario. Costi, tasse, interessi, debiti, profitti, bollette, regali, auto, vita quotidiana, tutto ruota intorno al denaro e non vi servirà molto tempo a comprendere che tutto ciò che ruota attorno al denaro vi porterà via tempo e vi causerà, in ogni caso, dello stress. Firmare un contratto, fare un investimento, concedersi una vacanza, sono tutte attività che ruotano attorno al denaro e che, da un certo punto di vista, vi ruberanno tempo e vi causeranno stress per colpa del denaro.

Si può davvero imparare a risparmiare

Imparare a gestire i propri conti

Imparare a gestire i propri conti

E’ il momento di capire che allontanarsi dal denaro può farvi vivere meglio, con meno stress e regalarvi la pace per il resto della vostra vita. E se non ce la fate? Se siete schiavi dei soldi? Se non potete rinunciare a comprarvi l’ultimo iPhone appena uscito o a farvi ogni anno un mese di vacanza o a uscire a cena tutte le sere? Allora un reddito extra vi concederà la vostra pace. Iniziate a vendere ciò che non utilizzate più su eBay, gli oggetti che create su Etsy, inventatevi un piccolo business freelance e createvi quei soldi extra in grado di garantirvi la pace.

La crisi economica ha imposto a chiunque di fare delle riflessioni sul proprio modo di vivere e sul proprio rapporto con il denaro. Tutti hanno capito quanto sia importante imparare a risparmiare per non trovarsi a soffocare nei momenti difficili e complicati. I risparmi possono divenire un salvagente miracoloso nei momenti di difficoltà economica dovuta a causa maggiore: quando meno te lo aspetti è proprio il momento in cui ne avrai maggior bisogno! Ecco perché è davvero importante riuscire a imparare a risparmiare e avere sempre un piccolo fondo salvagente a disposizione.

Un fondo salvagente per i momenti più difficili

Imparare a fare scelte oculate

Imparare a fare scelte oculate

Nel corso di una vita ci sono due posizioni sostenibili: sempre più o sempre meno. Si può pensare al corso dell’esistenza come a una salita durante la quale si può fare fatica oppure no, si può correre oppure no, ci si può fermare oppure no. La vita è una questione di scelte, si può essere sostenibili oppure no. Essere intelligenti, vivere intelligentemente, fare meno per avere di più in cambio oppure fare di più per avere meno in cambio.

Il mercato è intelligente, l’offerta è intelligente, la vita è complicata. Cercare valore reale è difficile, decidere dove andare a parare è difficile. Come all’interno di un centro commerciale, dobbiamo cercare l’offerta migliore. Dobbiamo trovare il modo di ottenere di più facendo di meno. Ottenere molto di più pagando poco di più, o addirittura pagando meno.

Concetti semplici da comprendere, ma difficili da mettere in pratica. Economia di base, connessione, vulnerabilità. E’ possibile essere sostenibili in questo mondo moderno? Si, no, forse. Dipende, dipende da quanto lo desideriamo, da quanto lo vogliamo. Fiducia, maggiore consapevolezza e fatica. Lacrime e coraggio, in cambio di una vita dove c’è meno, ma che in realtà da di più.

Una vita sostenibile attraverso delle buone abitudini

Una dialettica sincera passa, necessariamente, per la vera retorica. Come affermavano i filosofi antichi, la vera arte retorica è quella che si dilania a partire dalla conoscenza reale della verità. I discorsi, se non partono dalla verità, non sono altro che distorsioni del reale, della conoscenza. Sono discorsi adatti soltanto a un piacere temporaneo, sono soltanto varietà. Ecco che un vero discorso dovrebbe partire dalla realtà e dalla verità, separando ogni elemento nelle sue parti costitutive. Individuando, attraverso una attenta analisi, le parti connesse e coerenti con la materia di discussione, ripercorrendo tutto lo scheletro del discorso e riunendo le idee sino a concepire una teoria unica.

In pratica, un po’ come si fa per i temi a scuola o, in generale, come si fa per strutturare la scrittura, è necessario agire attraverso una concreta metodologia di lavoro: argomento, scaletta, espansione dei punti, revisione. Si parte dal concetto, dalla teoria, la si analizza distribuendola su più punti, si esplica ogni punto e lo si discute, si rivede il tutto e si ottiene così una teoria completa e omogenea.  Filosofia, retorica e vita si intrecciano sempre.

  • Registrare le proprie uscite finanziarie Avere sempre sotto controllo la propria situazione finanziaria è fondamentale, ecco che uno degli snodi fondamentali per imparare a risparmiare è quello di avere una tabella chiara e comprensibile dove vengono registrate tutte le proprie spese e le proprie uscite. Utile per prendere coscienza di quanto realmente si spende e di come lo si spende, utile per capire dove è possibile intervenire per iniziare ad applicare chiare politiche improntate al risparmio. Esistono mille strumenti e applicazioni per facilitare questo compito, ma è sufficiente anche una agenda e una penna per portarlo a termine con successo.
  • Capire l’importanza del superfluo Riuscire a comprendere come spendere meglio il proprio denaro, per farlo è fondamentale imparare a risparmiare eliminando il superfluo dalla propria vita. Cose superflue sono cose di cui non abbiamo necessità: ecco che il 90% dei nostri acquisti potrebbe ricadere tranquillamente in questa categoria. Eliminando tutte le ‘voglie’ dalle proprie spese mensili, ci si ritroverà ad avere disposizione di un capitale inaspettato, perciò iniziamo a prendere consapevolezza del superfluo e, soprattutto, iniziamo a sfruttare le cose sino al termine del loro ciclo di vita.
  • Scegliere oculatamente è fondamentale L’importanza del processo di scelta durante le proprie spese è fondamentale, perciò non andiamo al supermercato a stomaco vuoto o non precipitiamoci al centro commerciale appena esce un nuovo telefonino. Iniziamo ad aiutare la nostra mente nei processi di scelta: riflettiamo sull’utilità delle cose, sulla loro effettiva qualità e sul loro effettivo rapporto tra prezzo e valore. Quel telefono di ultima generazione che mi costa quasi uno stipendio, può davvero migliorarmi la vita? Non potrei ottenere gli stessi benefici con un modello che costa meno? Sto pagando soltanto il nome della marca oppure si tratta davvero di un prodotto di qualità superiore?

Iniziamo a porci delle semplici domande e iniziamo a meditare maggiormente sull’utilizzo che facciamo del nostro denaro. Registriamo le spese mensilmente per tenere la situazione sotto controllo, aboliamo le spese inutili e iniziamo a farne di più mirate, e iniziamo a depositare qualche risparmio che ci consenta di essere tranquilli anche di fronte a crisi inaspettate.

 

Luca Ciavatta