0

Esistono ancora gli elementi di stile?

La moda, lo stile, le tendenze. Valgono ancora?

Da sempre, la moda e le sue tendenze influenzano le persone, gli stili, le società. Costringono i genitori a fare sacrifici, caricano i ragazzi di inutili invidie e cattivi pensieri, costituiscono simboli di virilità e distinzione. Se sei alla moda sei faigo, se non lo sei, nella maggior parte dei casi, sei un reietto. A volte però, una piccola percentuale di persone riesce a distinguersi dalla massa, riesce a essere differente e a modificare le mode e le tendenze. Ci sono persone in grado di modificare gli elementi di stile che tutti gli altri sono costretti a seguire, esistono esseri umani che non si fanno imporre dettami o stili, ma li creano. Chi sono queste persone così speciali?

I diversi, quelli che cambiano il mondo

Dopo anni di surrogati ambivalenti, di stili esacerbati, di tendenze diffuse e poi rinnegate, guardando i giornali e le riviste patinate si capisce che qualcosa sta cambiando. Basta nomi della moda per forza, basta capi di vestiario indotti, basta tendenze diffuse a mo’ di armi di seduzione di massa: oggi, per essere giusti, per avere i giusti elementi di stile, è necessario essere diversi. Allontanarsi dalle masse, scostarsi dalle omologazioni, rendersi unici e particolarissimi. Ecco la vittoria del nuovo futuro, ecco come ci si differenzia dal passato e dal presente. Seguire ciò che che la pubblicità, il marchi, il gregge di pecore ti inducono, ti spingono, ti obbligano a comprare, non è più giusto, non è più trendy, non è più figo. Se pecora vuoi essere, pecora rimani.

Anche le celebrità e i grandi marchi se ne stanno accorgendo

Basta passeggiare per strada e tutti possono notare le differenze: l’omologazione sta scomparendo, la differenziazione degli elementi di stile costituisce il nuovo tratto dominante per l’evoluzione naturale. Le foto delle sfilate, le foto delle celebrità, si stanno facendo annebbiate, costipate, surreali. Anche le persone famose, i vip e i grossi marchi della moda si stanno accorgendo che le cose stanno cambiando. Sta arrivando una nuova era, una nuova consapevolezza: non ti basterà più l’iPhone (Utilizzo di figura retorica. Per antonomasia, l’iPhone è l’oggetto del desiderio per la maggioranza dei giovani d’oggi. Indagine ipotetica compulsiva) per essere un tipo giusto, anzi.. dimostrerai soltanto di avere la tendenza a buttare i soldi. Il nuovo trend del futuro è quello, arguto sin dalla pronunciazione epicurea, di ‘poca spesa e tanta resa’.

Forma e funzione invertono il loro valore creativo

Un tempo un semplice accessorio era costituente di un tratto distintivo. Un tempo i dettami della moda erano legge. I tempi son cambiati, le mode di un tempo son tornate a fare capolino, i giovani reinterpretano e, complice la crisi economica, non si lasciano derubare più con tanta facilità. Ora si continua a guardare all’estetica, alla forma, alla bellezza esteriore, ma l’occhio di riguardo è per la funzione. È per l’essenza delle cose, è per il cuore delle cose. L’eleganza, l’estro creativo, lasciano il passo alle qualità meno evidenti ma più importanti. Diversamente da quanto si crede, i giovani non sono stupidi e stanno capendo perfettamente cosa sta accadendo ora. I giovani guardano al futuro e non si fanno comandare più da nessuno. Anche per quel che riguarda gli elementi di stile.

Luca Ciavatta