0

Geek e Nerd. Due facce della stessa medaglia

La parola Geek viene fatta risalire al termine dialettale inglese geck, traducibile con il nostrano sciocco e che si ritrova anche nell’olandese antico e nel tedesco, col significato di pazzo, pazzoide. La parola, per lungo tempo passò di moda, finì nell’oblio e passò di moda, salvo poi venire ripresa alla fine del ventesimo secolo. Un Geek, sino a qualche anno addietro, era quasi considerato uno sfigato. Oggi invece, Geek è tendenza, è moda, è essere a posto. È figo.

Geek e autoreferenzialismo

Geek indica una persona eccentrica (o comunque non collocabile all’interno della massa) con una forte passione in campo tecnologico-digitale-videogiocoso-computereccio (o comunque in un altro speciale campo di interesse che abbia come base la tecnologia, i fumetti, la scienza), che lo porta a essere percepito come troppo intellettuale e, a volte, quasi come rincoglionito, in accezione leggermente spregiativa.

Il termine è usato spesso in tono auto-referenziale e costituisce una forte fonte di orgoglio. Molti Hacker non vogliono essere chiamati Geek, ma nel linguaggio comune le due parole possono essere facilmente interscambiate o utilizzate in vece di sinonimi. Sperimentatori, entusiasti della tecnologia, gente che si ubriaca di connessioni alla rete e che preferisce un multi-player lan alla discoteca. Al confronto, Nerd è un termine che indica chi ha una elevata predisposizione per la scienza e la tecnologia, tendenzialmente solitario e con una più o meno ridotta propensione alla socializzazione.

Geek e Nerd. Due facce della stessa medaglia

Geek o, altrettanto, Nerd. Due facce esatte della stessa medaglia. Tecnici dei computer, orgogliosamente e tecnicamente preparati. Per estensione anche, in relazione al web 2.0 e alle start-up di nuova generazione, a chi ha o aveva avuto successo finanziario in quei campi. Zuckerberg, Gates, Jobs, tutti chiari esempi vecchi e nuovi. Meglio Wozniak o Torvalds, si, rendono meglio l’idea. Geek e Nerd, entrambi fenomeni, entrambi tecnici, entrambi tecnologici. Parrebbe che la differenza sia ridotta al livello di coesione sociale: alto per il Geek, basso per il Nerd.

Personalmente, non ho idea della distinzione reale o di cos’altro ci possa essere ad accomunare le due figure di fenomeni tecnologici e informatici. Personalmente, però, trovo entrambe le figure accattivanti, quasi divinatorie. E, soprattutto, piacevoli, molto piacevoli.

Torno a guardare un episodio di The Big Bang Theory, che è meglio!

Luca Ciavatta