0

Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

San Francisco, androidi e pecore elettriche

Nel 1992 la Guerra Mondiale ha ucciso milioni di persone, e condannato all’estinzione intere specie, costringendo l’umanità ad andare nello spazio. Chi è rimasto sogna di possedere un animale vivente, e le compagnie producono copie incredibilmente realistiche: gatti, cavalli, pecore… Anche l’uomo è stato duplicato. I replicanti sono simulacri perfetti e indistinguibili, e per questo motivo sono banditi dalla Terra. Ma a volte decidono di confondersi tra i loro simili biologici e di far perdere le loro tracce. A San Francisco vive un uomo che ha l’incarico di ritirare gli androidi che violano la legge, ma i dubbi intralciano spesso il suo crudele mestiere, spingendolo a chiedersi cosa sia davvero un essere umano…

Dick tra i maestri incontrastati della fantascienza

Tragico e grottesco assieme, il romanzo di Philip Dick racconta il panorama desolato della San Francisco del futuro, il desiderio di amore e redenzione che alberga nei più umili, trasformando il genere fantascientifico in un noir cupo e metafisico. Un’opera che ha influenzato la visione della metropoli futura e ha anticipato i dilemmi della bioetica contemporanea.

Originalità narrativa e trasposizioni cinematografiche

La versione cinematografica del libro, per chi ancora non lo sapesse, è il film di culto ‘Blade Runner‘ con Harrison Ford, Sean Young, Rutger Hauer e Daryl Hannah, e a opera del regista Ridley Scott. Si tratta di uno dei rari casi ove sia il libro sia il film trasposto sono di notevole qualità. I personaggi sono molto diversi dall’uno all’altro e si potrebbe quasi parlare di opere distanti se non differenti. Oltre queste inutili disquisizioni: due capolavori, entrambi degni di nota. Due notevoli espressioni artistiche che non dovrebbero mancare in alcun background culturale. Ergo, leggete il libro e gustatevi il film. Non ve ne pentirete.

Ottima l’offerta di Amazon sull’ebook, più convenzionale il prezzo della brossura cartacea.
Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip K. Dick