0

Kubuntu Linux

Nel paese del digital divide per eccellenza, finalmente qualcuno ha deciso di smuovere le acque. Essere disconnessi dalla rete, esserlo oggi, è finalmente considerato un danno esistenziale. E se lo è per le persone fisiche, cosa dovremmo dire di quelle aziende che si trovano nella condizione di essere svantaggiate sul già difficile mercato del lavoro attuale. Lo sperpero della classe politica che, oltre a fregarsene delle reali esigenze del paese, non tiene nemmeno conto delle indicazioni che provengono dalla Comunità Europea.

La consapevolezza di un’Italia in mano a degli inetti, gestite da persone che non vedono più in là del mero profitto personale e che stanno ben lontani dal bene comune. La speranza è che, a forza di sentenze, le cose, almeno dal punto di vista tecnologico, si possano davvero muovere anche in Italia. E grazie a queste nuove possibilità di connessione che possiamo permetterci di rimanere al passo con la tecnologia, di far parte delle comunità libere e di riuscire a scaricare intere distribuzioni di sistemi operativi liberi come quella che vi vado a presentare qui di seguito.

Nuova vita a vecchi PC grazie a Kubuntu Linux

Kubuntu Linux

Kubuntu Linux

Kubuntu è una distribuzione Linux creata da una comunità di sviluppatori e basata sulle release di Ubuntu. La particolarità di questa distribuzione è di essere stata preparata per essere performante anche su macchine obsolete e di aver in dote, fin da subito, tutta una serie di programmi ed applicazioni, multimediali e da ufficio, in grado di renderla un’ottima alternativa all’accoppiata Windows e Office.

L’ho installata con successo su di un Netbook basato su Atom e con scheda grafica integrata Intel GMA 3150 (l’unica scheda grafica per netbook che rende impossibile fare un hackintosh!) e devo dire che il risultato è stato sorprendente. Kubuntu è completamente personalizzabile: io ho ricreato un ambiente Mac-like in pochi minuti ed ora ho il desktop munito di dock e le finestre identiche a quelle Aqua. La macchina risulta molto più reattiva che con Windows Starter e ha riconosciuto perfino il touch a scorrimento della trackpad senza che abbia dovuto cercare driver o affini.

Velocità e stabilità, oltre che infinite possibilità di personalizzazione

Sono pienamente soddisfatto di questo sistema: è veloce, reattivo e performante oltre ogni limite. Senza conservare la pesantezza di Ubuntu, ne condivide le applicazioni più importanti e le tecnologie più all’avanguardia. Se avete intenzione di dare nuova vita a computer poco performanti oppure obsoleti, questa è la distribuzione per eccellenza.

Appena avrò un po’ di tempo, vorrei preparare un articolo completo e corredato da screenshot, per mostrarvi cosa si può ottenere con un sistema del genere e con software completamente gratuito. Nel frattempo, sto’ testando anche Linux Mint, che sembra essere la distro del momento e di cui tutti parlano, in virtualizzazione su di un iMac, e sembra promettere altrettanto bene.

Kubuntu

Luca Ciavatta