0

Per la Silicon Valley, la rivoluzione del futuro inizia dalla voce

La tastiera prima di tutto, quando pensiamo all’interazione con dispositivi elettronici e computer, è il mezzo di comunicazione che, da decenni, ci permette di trasmettere i nostri comandi.

Tasti da premere, poi mouse da muovere, trackpad da toccare, infine schermi tattili su cui lasciare in bella vista le proprie impronte digitali. Questo è il passato, il futuro prevede una sempre minore interazione a livello fisico e un crescente utilizzo della voce per interagire con i dispositivi elettronici.

 

Siamo più veloci a parlare che a scrivere, l’interazione vocale sarà il futuro

Il mondo della tecnologia, come attualmente lo conosciamo, non esisterà più. Il modo di interagire con gli strumenti tecnologici e con i computer sta per cambiare radicalmente: la tastiera e il mouse stanno per perdere rilevanza.

La tecnologia del riconoscimento vocale ha fatto passi da gigante e sta per soppiantare tutto il resto perché si è rivelata estremamente efficace e produttiva per gli utilizzi della maggior parte delle persone.

 

Microsoft Cortana. La più affascinante degli assistenti a controllo vocale

Microsoft Cortana. La più affascinante degli assistenti a controllo vocale

 

Per gli utenti comuni si stanno per aprire le porte di un futuro di comandi vocali e di interazioni ‘umane‘ con strumenti informatici. Mentre gli sviluppatori continueranno a utilizzare le tastiere per scrivere i codici, gli utenti ‘normali‘ entreranno a piedi pari in una era di comunicazioni vocali.

Parleremo a Bot informatici in grado di eseguire le nostre richieste, di comandare gli elettrodomestici di casa, l’Internet delle cose e di interagire con il resto del mondo (informatico e non).

 

Da Apple ad Amazon, da Google a Microsoft, ecco come la voce ci cambierà la vita

Amazon Echo, Google Home, OK Google, Apple Siri e Microsoft Cortana sono soltanto i primi esempi di ciò che ci riserverà il futuro. Le interazioni vocali non si fermeranno a esercizi di stile, ma diventeranno il pane quotidiano con cui verranno soppiantate tastiere e mouse.

 

Google Home e Amazon Echo. I due protagonisti principali della nuova rivoluzione elettronica

Google Home e Amazon Echo. I due protagonisti principali della nuova rivoluzione elettronica

 

Ci rivolgeremo agli strumenti elettronici invece di utilizzare dei mezzi per comunicare con essi, e riceveremo risposte umanizzate. Utilizzare un computer diventerà come parlare a un amico in grado di fornirci risposte di ogni genere grazie al suo perenne collegamento a Internet, i Bot perderanno tempo al posto nostro alla ricerca del volo che costa meno o del film da vedere in serata.

Tutto ciò è soltanto la punta dell’iceberg perché tutti i grandi produttori di elettrodomestici si sono messi in moto per produrre oggetti intelligenti in grado di interfacciarsi con le piattaforme a controllo vocale. È di pochi giorni fa la miriade di annunci al CES 2017, dove numerosi produttori hanno presentato frigoriferi, lavatrici, televisori e quant’altro in grado di connettersi alle piattaforme vocali di Amazon e Google.

 

Il futuro è già qui ed è soltanto l’inizio. Le nuove interazioni con i dispositivi elettronici

Non si tratta più soltanto di interagire con lo smartphone o il PC, il futuro ci metterà in comunicazione a livello vocale con ogni genere di dispositivo informatico ed elettronico. Anche produttori come Lenovo o Samsung stanno per cavalcare questa ondata di nuove tecnologie, ciò significa che sta per arrivare la diffusione di massa delle stesse.

La rivoluzione di Google Home e di Amazon Alexa sta per mettere in moto un meccanismo rivoluzionario: tutti i contenders dell’olimpo informatico dovranno tenerne conto e adeguarsi. L’innovazione sta per subire un nuovo step in avanti: ecco come il controllo vocale sta per trasformare il mondo dell’informatica, ma anche le vite di tutti quanti.

 

Tesla Autopilot. Grazie a Musk, arriveranno auto a controllo vocale e con pilota automatico

Tesla Autopilot. Grazie a Elon Musk, arriveranno auto a controllo vocale e dotate di pilota automatico

 

Intelligenza artificiale, deep learning e riconoscimento vocale stanno per impattare forte anche sul mondo automobilistico, grazie alla Tesla di Elon Musk (qui potete farvi ispirare dalla sua mente geniale) saremo in grado di comandare completamente la nostra auto con l’utilizzo della nostra voce, non dovremo nemmeno più guidare e potremo dedicarci ad altro durante gli spostamenti.

 

Luca Ciavatta