0

Lavorare in giro per il mondo

Lavorare all’estero, viaggiare nel mondo, integrarsi con altre culture, imparare le lingue, acquisire nuove abilità, farsi nuovi amici. E’ il sogno di tanti, ma soltanto pochi riescono a realizzarlo.

Un po’ per pigrizia, un po’ per mancanza di coraggio, un passo del genere lo effettuano in pochi.

I tempi sono cambiati però.

Con l’avvento di internet e con l’avanzata delle nuove coscienze collettive (vedi ecologiavolontariatoetc..), si sono aperti degli spiragli impensabili sino a qualche anno fa. Anzi, stanno diventando sempre più delle nuove tendenze e, complice la crisi economica italiana, in particolare, in tanti, sempre più, coltivano e magari realizzano di cambiare completamente la propria vita.

Rallentare, accontentarsi di qualcosa in meno, ma vivere nel benessere reale, quello dell’anima.

E’ così che, grazie ai nuovi servizi presenti in rete, molte persone sono riuscite a cambiare vita, paese e modo di essere.

Ci sono siti per viaggiare, per imparare le lingue e per scambi lavorativi. Workaway promuove lo scambio etico tra viaggiatori e realtà locali, sulla base dell’economicità, dell’imparare le lingue, dell’incontrare nuove culture, del conoscere nuove genti e del prestare aiuto dove necessario.

WWOOF è un network mondiale di organizzazioni che si occupano di mettere in contatto volontari e aziende contadine, e di aiutare a condividere un modo di vivere più sostenibile. In cambio del volontariato prestato, si ottiene vitto, alloggio e tante opportunità per imparare le lingue e nuove abilità.

Infine, Transition Abroad permette di trovare lavoro, opportunità di studio, di viaggio, e possibilità di vivere all’estero. E’ un vero e proprio indice, completo e ricco di annunci di ogni genere. La risorsa ideale per espatriare, qualunque sia il nostro grado di competenze.

Insomma, le opportunità sono molteplici ed io ve ne ho segnalato soltanto una parte infinitesimale. E’ comunque un buon punto di partenza: se siete stanchi della vita che conducete qui e avete sempre sognato di viaggiare il mondo, adesso avete le coordinate.

Luca Ciavatta