0

Le migliori alternative gratuite a Adobe Lightroom

Il mondo della fotografia digitale è, da tempo, alla portata di tutti, anche il neofita puó in breve tempo diventare un buon fotografo e un abile artigiano del fotoritocco. Attraverso alcuni programmi informatici, ogni device in nostro possesso riesce a divenire una potente camera oscura, un vero e proprio laboratorio di post produzione.

 

Lightroom. Lo standard per lo sviluppo delle foto digitali

Lightroom. Lo standard per lo sviluppo delle foto digitali

Sviluppare e lavorare le fotografie dopo lo scatto con le camere oscure digitali

Lightroom, prodotto da Adobe, è un programma specifico per fotografia digitale che svolge le classiche operazioni di camera oscura agendo sui bit di informazioni contenuti nelle foto, piuttosto che a livello chimico come si faceva un tempo con la fotografia analogica.

 

Operazioni fondamentali senza le quali non sareste in grado di utilizzare gli scatti fatti con la fotocamera digitale (salvo che non scattiate direttamente in un formato giá sviluppato come il JPEG) come, a esempio, lo sviluppo del formato Raw, i controlli di colore, esposizione e contrasto, oppure la correzione delle aberrazioni della lente.

 

Darktable. Come Lightroom, ma opensource

Darktable. Come Lightroom, ma opensource

Le operazioni utili per passare dall’immagine scattata a quella pronta per essere esposta (o convertita per web, carta o altro) sono molteplici e vanno elaborate secondo particolari algoritmi. E qui è dove nasce il successo di Adobe Lightroom, un programma semplice da utilizzare, ma ricco di funzionalitá e dotato di algoritmi di conversione di qualitá assoluta. Tutto ció, ovviamente, ha un prezzo. Trattandosi di software proprietario, acquistarne una licenza costa alcune centinaia di euro e le richieste in termini di requisiti hardware sono decisamente elevate. Lightroom dunque, non è un software alla portata di tutte le tasche.

 

Se per Photoshop,  il manipolatore di fotoritocco per eccellenza, abbiamo tantissime alternative e quell’ingredibile programma opensoure che è GIMP, per Lightroom il campo non è cosí affollato. Per fortuna, anche in questo caso, il mondo del software libero ci viene in aiuto proponendoci una serie di strumenti di qualitá professionale che nulla hanno da invidiare alla controparte di Adobe. Programmi multi-piattaforma funzionanti su Linux, Mac OS X e Windows, localizzati in italiano e in grado di girare anche su macchina non esattamente di ultima generazione.

 

 

Alternative libere a Adobe Lightroom. Gestire le foto in maniera professionale e gratuitamente

Le alternative libere a Lightroom sono più limitate, ma estremamente degne di nota. Su tutte, due prodoti eccellenti come Darktable e RawTherapee. La stragrande maggioranza dei fotografi non sa di non essere obbligata ad acquistare i costosi programmi proprietari per ottenere buoni risultati. Non sono assolutamente necessari: le numerose alternative libere sono validi strumenti, con funzioni altrettanto utili, e si rivelano ideali sia per l’utilizzo in campo hobbistico che in quello professionale.

 

Darktable

Darktable è un’applicazione opensource per la gestione del flusso di lavoro fotografico e per lo sviluppo raw, un tavolo luminoso e una camera oscura virtuali per fotografi. Gestisce i negativi digitali in un database e permette di vederli attraverso un tavolo luminoso dotato di zoom. Permette anche di sviluppare immagini raw e di migliorarle attraverso filtri e plug-in.

La maggior parte delle elaborazioni delle immagini effettuate da Darktable sono fatte nello spazio colore CIE-Lab, che è molto più ampio della gamma di display e stampanti moderni e persino della visione umana. Essenzialmente, Darktable offre all’utilizzatore una camera oscura virtuale dove sviluppare i negativi digitali e dove poter applicare operazioni di fotoritocco. Grazie a diversi moduli integrati, Darktable permette di svolgere diverse tipologie di modifiche, da quelle più basilari come il ritaglio e l’eliminazione delle imperfezioni, fino a quelle più avanzate come la modifica dell’esposizione manuale o la simulazione della visione notturna.

+++ Link al sito ufficiale di Darktable +++

 

RawTherapee

RawTherapee è un’incredibile opera di software opensource ed è molto simile a Lightroom in quanto a funzionalità, ma offre addirittura algoritmi superiori in alcuni campi del fotosviluppo digitale. Come Lightroom e Darktable, anche questo programma modifica le immagini in modo non distruttivo, consentendo di tornare sempre e comunque al file originale, oltre a una modalità di anteprima in grado di consentire anche agli utenti meno esperti un’elaborazione con la prerogativa di non rischiare di danneggiare irrimediabilmente il file originale.

RawTherapee. Qualitá professionale senza compromessi

RawTherapee. Qualitá professionale senza compromessi

Questa applicazione multi-piattaforma offre funzioni avanzate per l’archiviazione, la conversione e l’elaborazione del formato Raw e per la successiva esportazione in altri formati di immagine.  Il taglio e l’orientamento delle immagini, l’impostazione dei colori, della saturazione, della luminosità e del contrasto, il controllo della nitidezza, la valutazione della corretta esposizione e del bilanciamento del bianco, sono tutte operazioni facili da eseguire e che, nella maggior parte dei casi, offrono risultati superiori a ben piú blasonati software professionali.

In definitiva, RawTherapee è un programma consigliato per la gestione delle proprie immagini digitali, che offre algoritmi di conversione di qualitá elevatissima nonché un livello di prestazioni elevato a tutti i livelli. Per quanto riguarda l’usabilità siamo un gradino sotto Lightroom e Darktable, ma a fronte di una curva di apprendimento un poco piú ampia questa applicazione offre funzionalitá avanzate e qualitá della resa solitamente prerogativa di software professionali.

+++ Link al sito ufficiale di RawTherapee +++

Luca Ciavatta