0

Provarci è gratis. Riuscire anche

Era un quadro perfetto di assoluta gioia e tragedia assoluta.

Apocalittico è chi sostiene posizioni radicali, catastrofiche. Apocalittico è chi si mostra profondamente pessimista. Catastrofico, sconvolgente, spaventoso.

La paura di riuscire può essere fatale

Perché volevo indietro la mia vita come era all’età di dieci, o forse venti anni. La natura effimera di un tipo particolare di stella che esplode e diventa infinite volte più brillante del normale, a volte più brillante addirittura della stessa galassia che la ospita. Per questo motivo diventa, per alcune settimane, a volte anche per alcuni mesi, visibile anche a grandi e siderali distanze.

Lentamente, ma inesorabilmente con tutta la sua confortante familiarità, scivoliamo verso il caos. Si tratta, dopo tutto, di una delle leggi fondamentali dell’universo.

Senza provare, non puoi riuscire

Senza provare, non puoi riuscire

Non essere apocalittico, potresti sconvolgermi. Questa resistenza al cambiamento, che assume le proporzioni di avversione, non è riservata solo ai corpi fisici, stiamo svalutando le persone e le distinzioni dei caratteri. Lo smaltimento dei nostri pregiudizi deve divenire naturale per avere un mondo migliore.

I fisici la chiamano ‘Seconda legge della Termodinamica’ e rammentano quello che dice: l’universo sta inesorabilmente cadendo a pezzi, lanciato indefesso verso una condizione di massimo disordine. È una questione di mera probabilità e contro la probabilità non si può vincere. Si può studiare, capire, ma non predire. Si possono fare modelli ed esperimenti su modelli, ma non è possibile sconfiggere la probabilità. L’universo ha dalla sua parte una scorta infinità di tempo, cosa volete che sia una altra elezione politica in confronto. Certamente non un evento apocalittico.

Nous laissons tomber le jeu de cartes sur le sol!

Provare è l’unico metodo efficace per riuscire

Perché la maggior parte delle persone non ci prova?

A fare cosa? Qualsiasi cosa. Il mondo sembra diviso in due categorie di individui: quelli che ci provano, si buttano, e quelli che non lo fanno. Alcune persone sono bloccate dalla paura, dal giudizio altrui, dalle proprie irrinunciabili abitudini.

La paura di riuscire o, meglio, la paura di non riuscire blocca. Quando si perde la spensieratezza dell’essere bambini, dell’essere giovani, ci si ritrova pieni di blocchi che impediscono di tentare di fare molte cose. Si diventa più riflessivi e metodici, si cerca di non agire più di istinto e ci si dimentica che provarci è gratis.

Riuscire significa uscire di nuovo, provarci ancora

Riuscire nella sua accezione primaria significa uscire di nuovo. Poi significa, detto di fatti, azioni, lavori e attività, avere esito, concludersi. Raggiungere lo scopo prefissato, il fine sperato, riuscire nel tentativo. Provarci è gratis e se non ci si riesce subito, si esce di nuovo e si tenta di nuovo. Provare è anche riuscire. Riuscire a tentare. E’ un circolo virtuoso e, con la mentalità giusta (vedi la Yoda philosophy: fare, non c’è provare!), si tenta per riuscire a fare le cose.

Such as those connected with reality, existence, knowledge, values, reason, mind, and language!

Luca Ciavatta