0

Romanzo d’una storia nata male

Romanzo storia

Una nascita emblematicamente miserabile è illuminata e trasformata “in oro” da un colpo di fortuna mediatico e da un gesto di eroica generosità. Così John W. Lockwood, bisogna ammetterlo, un nome una garanzia (fa molto LOST), nasce malissimo, ma cresce assai bene. Scuole internazionali, buona società, vita cosmopolita, come si addice a chi si ritrova per padre un ambasciatore americano. Il brillante John cavalca un successo dopo l’altro: la sua prateria è il mondo dell’alta finanza, con i suoi giochi, fin troppo famigerati ai giorni nostri; lo scenario della sua azione è (quasi) l’intero pianeta, principati arabi compresi. E anche l’amore veleggia. Fin troppo. Finché la sua storia diventa una fiaba al rovescio, in cui la principessa bacia il principe e lo trasforma in ranocchio. E non si fa per dire.

Il romanzo storia pare già indirizzato su binari sicuri, ma il ranocchio John W. Lockwood è uno tosto. Nel suo DNA ci sono la vittoria, non la sconfitta, e una dannata inclinazione a perseguire ciò che è giusto. Lockwood cade e risorge. Combatte e non si arrende. E nel suo percorso di rigenerazione, non solo riformula i valori guida della sua vita, ma va anche e molto al di là di sé stesso: lui, nato misero, saprà calarsi nel profondo delle miserie umane e mostrare come la via per rialzarsi esista anche nel buio più cupo, se la si sa scegliere e magari indicare agli altri. Lui, precipitato dalle stelle di sfolgoranti business finanziari e petroliferi alle stalle di uno scandalo di cui diventa l’impotente pedina, dimostrerà che si possono coniugare genio per gli affari, etica e sentimento.

Un romanzo storia tra ciò che è giusto e ciò che non lo è

Se non ce la fai più e senti che tutto il mondo è contro di te, mettiti a testa in giù. Se ti viene in mente di fare qualche pazzia, falla’ disse Harpo Marx. Lockwood questo farà: capovolto dal destino, capovolgerà molte cose, dimostrando anche che ognuno, volendo, può cambiare in meglio il mondo.

Un romanzo di formazione e di evoluzione, un romanzo storia, scritto con brio e con l’inconfondibile tratto caratteristico di Carlo Alfieri: sense of humor, leggerezza, sguardo curioso sul mondo e sulla dinamica fra classi sociali e culture, azione serrata e gusto per la dialettica umana, con i suoi infiniti registri.

Una storia ottimista, graffiante ma non priva di una sorridente benevolenza, dissacrante e costruttiva, divertente e saggia, folle eppure perfettamente ragionevole.

La scoperta di Carlo Alfieri

La biografia dello scrittore recita più o meno così:

Sono nato a Milano e mi sono laureato in chimica industriale, all’Università di questa città.

Ho esercitato la mia professione fino a quando il tempo del lavoro è finito e da allora ho avuto il tempo di dedicarmi a una mia antica passione: scrivere.

Ho scritto fino a oggi quindici romanzi, di cui quattro pubblicati in edizione cartacea. Scrivo storie contemporanee, con l’eccezione di un romanzo ancora inedito, ambientato nell’alto medioevo.

Non sono uno scrittore seriale, nel senso che in ogni mio romanzo si muovono, salvo rare eccezioni, personaggi sempre nuovi.

Viene da chiedersi perché non abbia smesso prima di lavorare in Chimica, come mai non ha perseguito in anticipo il piacere di scrivere, perché, diciamolo chiaramente, questo Carlo Alfieri è bravo, dannatamente bravo. Non possiamo che, con piacere, annotarci gli altri suoi testi per acquistarli il prima possibile.

Un plauso a questo bravo scrittore!

Bibliografia di Carlo Alfieri

Romanzo d’una storia nata male di Carlo Alfieri – Offerta gratuita Amazon

Il principio di tutte le cose di Carlo Alfieri – Edizioni dEste

La Nemesi Moldava di Carlo Alfieri – Edizioni dEste

Luca Ciavatta