0

Ruba come un artista

Guida alla creatività nell’era digitale, Ruba come un artista offre al lettore dieci principi per scoprire e valorizzare i propri talenti. L’autore sostiene che nessuna opera è originale, tutto deriva dalle opere altrui: occorre imparare a rubare dal lavoro degli altri e reinventare quello che gli altri hanno creato. L’importante è partire dagli interessi e dalle passioni personali: anche un hobby può diventare un lavoro retribuito. Kleon ci ricorda infine che la creatività fiorisce dalla normalità: bisogna cercare di essere gentili, non farsi nemici, non contrarre debiti, non trascurare la cura di sé e restare sempre con i piedi per terra mentre si coltiva la propria immaginazione e creatività.

Fonte: Ruba come un artista – Austin Kleon

L’originalità è una virtù, purtroppo spesso viene anche a essere un recinto forzato in cui l’artista vede spegnersi lentamente la propria vena creativa. Austin Kleon, in questo Ruba come un artista, cerca di depennare il falso mito dell’originalità associata alla bravura dell’artista. Tutto il contrario, un’artista più è in grado di fare propri gli eccessi di creatività altrui e più diverrà un grande artista. Voler essere originali a ogni costo può essere un problema e può costituire un muro in grado di bloccare anche il più prolifico degli artisti.

Nessuna opera è originale, tutto deriva dalle opere altrui

Ruba come un artista

Ruba come un artista

Certo, se da diversi millenni gli artisti creano, essere completamente originali diventa problematico; ecco perché è proprio l’insegnamento del passato che indica come la pratica dell’attingere da altri sia praticabile e bensì consigliata. Il consiglio che emerge dal testo, a metà tra il manuale pratico e la raccolta di aforismi intervallata di tavole e illustrazioni, è molto chiaro: leggere, imparare, condividere e, soprattutto, darci dentro. Quest’opera è un interessante compendio alla vita quotidiana dell’artista, un piccolo manuale da tenere a portata di mano e da leggere nei momenti di sconforto. Fondamentale è credere in sé stessi e ciò resta alla base del pensiero creativo. La tradizione artistica giapponese ha resistito per secoli ed è ancora la base dei canoni estetici artistici del Giappone moderno. Costruita attorno ad alcuni principi fondamentali, si basa sulla semplicità, il minimalismo e la chiarezza. Imparare queste idee estetiche fondamentali, permette di lavorare agevolmente in tutti i campi del design moderno, dalle proprie presentazioni alla creazione di prodotti, e permette di ottenere un design più armonioso e bilanciato. Il termine arte copre una vasta gamma di produzioni appartenenti a campi molto diversi tra loro, dalle scritture ai disegni, dalle musiche all’attuale età contemporanea del web e dei suoi sottoprodotti. L’argomento è decisamente vasto e non è il focus di questo post, ma rende decisamente l’idea sul campo d’azione a cui ci si riferisce in questo caso.

 

Un compendio alla vita quotidiana dell’artista

Il pregio più grande di un testo del genere è quello di riportare entusiasmo, di caricare e di indirizzare. Leggerlo porta a non avere più paura di mettersi in discussione, leggerlo aiuta. Detto ciò, non aspettatevi una Bibbia dell’artista in grado di guidarvi passo passo alla riuscita dei vostri progetti, anzi, tutt’altro. Il libro è uno stimolo, un punto di partenza. Fornisce una serie di semplici input e suggerimenti in grado di risvegliare la creatività sopita e, al termine della veloce lettura, ci si trova quasi obbligati a partire dalla bibliografia consigliata per cercare di andare dove si vuole arrivare veramente. E’ un inno originale alla condivisione e al piacere della condivisione.
Ruba come un artista – Austin Kleon

Luca Ciavatta