0

Scrivere per il web

Scrivere, leggere, il web. Ecco ciò che ci piace.

Le metodologie di scrittura e di produzione di contenuti per il web rimangono comunque ancorate, in gran parte, al piacere del leggere e dello scrivere. Rimangono quindi suggerimenti validi sia per la carta stampata che per tutto ciò che ruota attorno al mondo dello scrivere, eccovi quindi l’ennesimo post-it da attaccare vicino al vostro ‘strumento’ di scrittura, perché scrivere è sempre scrivere, che sia un bel romanzo o un sito web.

Il lettore online è differente dal classico lettore di carta stampata e ciò implica dei mutamenti anche nel modo di scrivere e preparare le informazioni per il web. Sui siti si passa sempre meno tempo, online si esegue una continua scansione seguita da cernita, per infine dedicarsi a quelle poche pagine che davvero interessano. In pochi secondi, in attimi, il lettore decide se rimanere o meno su una determinata pagina web.

A volte basta un’occhiata all’occhiello, al primo paragrafo, oppure soltanto al titolo, per decidere di abbandonare o meno un sito. Contenuti di valore e, soprattutto, originali, sono sempre più ricercati e l’abbondare di cloni e di copie degli stessi contenuti non fa’ che aumentare in maniera esponenziale le problematiche di chi scrive per il web.

Scrivere per il web, scrivere ovunque

E’ insindacabile che un buon approccio è quello di fornire i contenuti chiave dell’articolo già nelle prime righe dello stesso: si catturerà immediatamente l’attenzione del lettore e si gioverà della sua conquista. Gli si fornisce così l’idea intrinseca che, continuando a leggere, riceverà maggiori dettagli e informazioni sul tema cha ha trovato di suo interesse.

Gli utenti non sembrano intenzionati a scorrere le pagine, complice la incredibile velocità con cui reperire informazioni su internet, sembrano poco disposti ad affrontare lunghe disquisizioni sul tema: voglio le informazioni che cercano e le vogliono subito, perciò siate sintetici, venite subito al sodo e, se potete, non occupate più di una pagina per articolo. In breve, informazioni importanti nella parte primaria dell’articolo, il primo paragrafo è sicuramente l’ideale per catturare l’interesse del lettore ed incollarlo allo schermo.

Suggerimenti per scrivere dagli scrittori

Joseph Roth in A Life in Letters fornisce alcuni suggerimenti preziosi e interessanti per chi desidera intraprendere la professione di scrittore.

  • Leggete di più dei grandi e studiate di più gli immortali: Shakespeare, Balzac, Flaubert!
  • Nessun Gide! Nessun Proust! Niente del genere!
  • La Bibbia. Homer.
  • Non diffidate  troppo del ”lettore” !
  • Cercate di mantenere il vostro cuore ‘puro’ dal giornalismo.
  • Nessun interesse nei politici. Essi distorcono. Essi snaturano l’umanità.
  • Non c’è davvero alcun bisogno di scrivere romanzi seriali! Aff#*ç+lo. Servono soltanto a comprare un cappello per la moglie e un vestito per la fidanzata.

Suggerimenti per scrittori a cura di Joseph Roth.

Scrivere. Cosa fare e cosa evitare

Evitare assolutamente introduzioni criptiche, misteriose o ripetitive, tradotto ‘venire subito al sodo’. Strutturare in maniera intelligente il contenuto dell’articolo, insomma dare un minimo di senso al susseguirsi di informazioni che vogliamo raggiungano il lettore, anche per rendergli una successiva ricerca delle stesse il più semplice possibile. Non è necessario frequentare costose scuole di giornalismo per mettere in pratica queste semplici regole, anzi è decisamente più produttivo sviluppare un proprio personale stile, l’equivalente di una personalizzazione da applicare ogni volta che scrivete un articolo.

Last but not least: prendetevi il tempo necessario per scrivere, non siate precipitosi, e, davvero importante, fate attenzione alla grammatica. Anche se scrivete degli ottimi contenuti, ma li presentate attraverso errori di ortografia e grammatica, non conquisterete di certo i lettori, anzi, li farete scappare a gambe levate dal vostro sito.

Luca Ciavatta