0

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?

Il cibo non è solo cibo, è “terrore, dignità, gratitudine, vendetta, gioia, umiliazione, religione, storia e, ovviamente, amore”. Una volta diventato padre, Foer ripensa a questo insegnamento e inizia a interrogarsi su cosa sia la carne, perché nutrire suo figlio non è come nutrire se stesso, è più importante. In un libro che è insieme racconto, inchiesta e testimonianza, Foer invita tutti alla riflessione, indicando nel dolore degli animali – e soprattutto nella nostra sensibilità verso chi è “inerme” e “senza voce” – il discrimine fra umano e inumano, fra chi accetta senza discutere le condizioni imposte dall’allevamento industriale e chi le mette in discussione.

Jonathan Safran Foer e le lobby dell’alimentazione

Aprire gli occhi di fronte alla piaga degli allevamenti intensivi, comprendere gli interessi miliardari delle lobby dell’alimentazione e realizzare che il dolore non è soltanto una prerogativa dell’uomo. Un saggio intenso, completo e commovente. Un viaggio attraverso gli Stati Uniti d’America alla scoperta di persone che pongono l’etica davanti al profitto e che lottano ogni giorno con la propria coscienza e contro le multinazionali senza scrupoli. Un saggio che, immedesimandosi in qualunque dei tanti grandi personaggi citati nel testo, può essere letto come un romanzo. Un romanzo sin troppo reale, dove, non è assolutamente detto, che arrivi il lieto fine.

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?

Per sapere cosa c’è dietro al pollo o alla bistecca in vendita al supermercato, per scoprire come non alimentare i continui soprusi che vengono perpetrati contro gli animali da allevamento, per essere onnivori, ma onnivori consapevoli. Nonostante uno stile che rasenta quasi il filosofico e una visone, a tratti, sin troppo cruda e realistica, si tratta di un libro utile per fare chiarezza sulla tortura inflitta agli animali negli allevamenti intensivi e, altrettanto, utile se si desidera cambiare la propria coscienza.
Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?

Luca Ciavatta