0

Seo e Web Marketing Strategico

SEO e Web Marketing Strategico nascono dal bisogno di scoprire strategie e risorse per la promozione dei business online. Di fatto il web marketing è una arma portentosa per lo sviluppo economico della propria attività e della propria immagine. Il web marketing strategico applicato alla SEO per il posizionamento sui motori di ricerca: come ottimizzare il proprio sito per parole chiave e apparire nei primi risultati. Un insieme di tecniche fondamentali che ogni persona che aspira a lavorare nel web e con il web dovrebbe padroneggiare.

Conoscere il web marketing e la SEO per arrivare in alto

I guru di Internet sono quelli che hanno scoperto per primi i meccanismi che muovono le risorse della rete: agli albori dei motori di ricerca, hanno capito come fare a far indicizzare in maniera positiva i propri contenuti. Hanno ottenuto rilevanza, importanza e il fatto di trovarsi sempre tra le prime pagine, tra i risultati più importanti, tra i numeri da uno a dieci. E quello che hanno ottenuto, significa guadagno e autorevolezza.

Una volta era più semplice e già solo il fatto di esserci significava avere grosse possibilità di riuscita nell’avere visibilità. Una volta si potevano utilizzare tecniche di Black-Hat-SEO senza venire penalizzati dagli algoritmi di Google e degli altri motori di ricerca come Bing e Yahoo. Una volta non esistevano risorse per imparare perché non esisteva ancora nulla di tutto questo e allora bisognava sperimentare, provare e capire. Tutto ciò è vero, ma non bisogna rassegnarsi perché anche oggi, nonostante sia tutto cambiato in questo campo, è possibile ottenere risultati interessanti.

A  questo mondo si rassegna solo chi non ha bisogno di fare altrimenti. La rassegnazione è la filosofia di chi non è obbligato a lavorare sempre col dubbio di perdere il lavoro, a lottare sempre col dubbio di rimanere sconfitto  nella lotta, a dormire sempre col dubbio di svegliarsi e di trovarsi affamati. La rassegnazione è la filosofia dei soddisfatti.

Gaetano Salvemini

Se i grandi filosofi hanno lasciato insindacabili insegnamenti universali, anche personaggi, a torto considerati minori, hanno lasciato lezioni importanti. Evitare assolutamente la rassegnazione e imparare attraverso tecniche e metodi come riuscire ad arrivare al successo. Motivazioni e stimoli che la fanno da padrone per il Seo Web Marketing Strategico. Si possono imparare, attraverso i numerosi tutorial presenti nella rete, metodi su come creare landing page ad altissima conversione, tecniche su come garantirsi un alto posizionamento sui motori di ricerca e su come condurre campagne di web marketing efficaci e redditizie. Insomma, si può imparare un mestiere del web, forse attualmente quello più ambito, in maniera semplice e metodica grazie alle tante risorse online.

Web writing, web marketing e social media

L’avvento di Internet ha portato aria fresca nel campo del marketing, i vecchi media sono stati messi in sordina e nuove discipline sono nate direttamente da quelle già esistenti. Lo stesso Web Marketing può essere considerato una sorta di branchia del marketing tradizionale, ma è indubbio che sia già diventato un campo a sé stante: prodotti e promozione, nonché localizzazione, ora vengono fatti direttamente sul web.

Strategie per il web e per il marketing

Strategie per il web e per il marketing

La base di questo nuovo campo per il business, nonostante il web sia un contenitore multimediale, è la scrittura. Scrivere bene significa avere una possibilità sul web. Scrivere contenuti per il web è pur sempre scrivere contenuti, perciò è anche in parte vero il mantra “content is the king!” tanto caro ai guru del web. Scrittura, contenuto e diffusione: ecco la triade del Seo Web Marketing Strategico. È importante saper contestualizzare il nostro contenuto e capire che, in base alle singole esigenze degli utenti nell’esecuzione delle ricerche, si può venire più o meno indicizzati. Ecco allora dove arriva la promozione oltre al marketing puro: l’utilizzo dei social network e dei social media per la diffusione capillare dei propri contenuti può essere oltremodo utile in tutti quei casi dove non si riesce a ottenere una indicizzazione soddisfacente con le metodologie tradizionali.

Web developer e programmazione per il marketing

Possiamo anche puntare più in alto e tra le professioni del web, spulciare quella del programmatore informatico. Il mondo della programmazione non ha mai conosciuto una varietà pari a quella attuale. Nella moltitudine dei codici di programmazione, si stanno distinguendo alcuni linguaggi per la loro semplicità d’apprendimento, per la potenza e l’interfaccia con il web, e per l’usabilità. Si tratta di linguaggi che diventa fondamentale conoscere per aumentare la profondità delle proprie tecniche di SEO, ovvero di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Idiomi che, allo stato attuale delle cose, vengono utilizzati in massima parte per lo sviluppo di applicazioni web e di siti che si interfacciano con database e applicazioni. I linguaggi in questione, non a caso, stanno alla base di siti come Facebook, Twitter, Youtube e Pinterest, ovvero quei siti che restituiscono sempre i risultati più elevati nelle pagine dei motori di ricerca. Un’Infografica di Udemy mette in risalto i risultati della comparazione di alcuni di questi linguaggi. Le conclusioni possono anche essere sorprendenti, perché il linguaggio più semplice o il più veloce, non sempre, sono la migliore opzione di utilizzo.

Seo e il concetto di web marketing strategico

Nonostante la maggior parte dei guru del web abbia la tendenza a confondere il (o la) SEO con il web marketing strategico, in realtà si tratta di due concetti distanti. Meglio, possiamo dire che il SEO è una componente del web marketing strategico: ottimizzare l’indicizzazione sui motori di ricerca è una parte fondamentale, ma non l’unica, dietro a una corretta strategia di marketing da applicare sul web. Se sei interessato in particolare alla SEO e al Black-Hat, ti consiglio vivamente di seguire la nave del Pirata Mazza, un esperto di SEO che propone corsi e tecniche di monetizzazione molto interessanti. Se invece te la senti di buttarti da solo alla ricerca del sistema migliore per ottimizzare il tuo web marketing, allora puoi dare una occhiata alla completissima lista di tool SEO proposta da Giorgio Tave Magazine.

La SEO è la Search Engine Optimization, ovvero l’italica ottimizzazione per i motori di ricerca. Essa avviene posizionando il proprio sito in testa ai risultati dei motori di ricerca per determinate parole chiave: probabilmente se SmartMente fosse al primo posto per la ricerca “Come pagare meno tasse in Italia” o per la più semplice “Come pagare meno tasse”, allora avrebbe così tante visite da poter vivere tranquillamente di esse. E non scherzo.

Come si fa dunque a posizionarsi ai primi posti sui motori di ricerca?

Ottimizzazione dei contenuti

Ottimizzazione del codice e dei contenuti

Ottimizzazione del codice e dei contenuti

Innanzitutto, come abbiamo già detto, il web è fatto di scrittura e di contenuti, perciò sarà fondamentale l’ottimizzazione dei contenuti per avere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Generare e ottimizzare contenuti di interesse per gli utenti della propria nicchia: altro concetto tanto caro ai guru del web è la nicchia di riferimento del proprio sito o del proprio business. In pratica, la nicchia è il campo di azione della propria pagina web: se offro opinioni sugli smartphone, la mia nicchia sarà la tecnologia, in particolare il campo che riguarda i telefonini di ultima generazione. Dunque contenuto mirato e atto a soddisfare le esigenze degli utenti del mio sito.

Codice pulito e veloce

Tra gli strumenti di Google per i webmaster, i WebMaster Tools, ce ne è uno prettamente dedicato alla misurazione di visualizzazione delle pagine web dei siti. La velocità del proprio sito è fondamentale per essere indicizzati ai primi posti dei motori di ricerca, in particolare per Google. Il motore di ricerca non è una persona attratta dalle immagini, dai video e dagli orpelli che rendono un sito più accattivante, un motore di ricerca legge direttamente il codice e si affida ai contenuti testuali e ai meta-tag. In questo senso possiamo ottenere buoni risultati utilizzando gli standard di codice imposti dal W3C, l’organizzazione non governativa internazionale che ha come scopo quello di sviluppare tutte le potenzialità del World Wide Web, e compilando in maniera accurata tutti i meta-tag richiesti dai principali motori di ricerca, facilitando così la lettura da parte dei Crawler e degli Spider, ovvero i sistemi con i quali i motori di ricerca scansionano la rete e immagazzinano le informazioni sui vari siti del web.

Link building

Il link building è l’insieme delle attività che hanno come obiettivo quello di aumentare la quantità di backlink, cioè di link che puntano al nostro sito, in maniera diretta o indiretta, al fine di migliorare l’autorevolezza e la popolarità del sito per i motori di ricerca e quindi per aumentarne la visibilità online.

Contenuti aggiornati e di qualità

Contenuti aggiornati e di qualità

Per un motore di ricerca, in particolare per Google, se le mie pagine vengono linkate da molti altri siti significa che sono pagine con contenuti interessanti e di valore perciò traduce questa cosa aumentando l’autorevolezza del mio sito e di conseguenza facendolo salire nelle liste di indicizzazione. Ovviamente, questi link devono provenire da siti di valore perché in caso contrario costituirebbero una penalizzazione per la mia indicizzazione. Link da siti di scarsa qualità, da siti non pertinenti e scambio di link costituiscono tutti fattori negativi per il posizionamento sui motori di ricerca.

Aggiornamento

Last but not least, l’aggiornamento di tutte queste metodologie e, a volte, anche dei contenuti del sito web. Si potrebbe parlare di SEO e di metodi per il web marketing a sfinimento, la verità è che le informazioni fondamentali sono quelle dette sopra, ma è anche vero che gli algoritmi che regolano i motori di ricerca sono sempre e in continuo aggiornamento. Ciò che è valido oggi potrebbe essere deleterio domani, perciò la regola più fondamentale di tutte è quella di rimanere aggiornato di continuo su cosa sia bene dare in pasto ai motori di ricerca e cosa no.

Non esistono siti che danno informazioni miracolose in questo campo: chi possiede informazioni davvero valide le tiene per sé perché potrebbero durare poco e se venissero divulgate durerebbero ancora meno. Fondamentalmente è buona norma seguire le linee guida generali menzionate sopra e provare, sperimentare, verificare di persona cosa realmente funzioni e cosa invece non produca effetti di sorta. Infine, come per tutte le cose che hanno a che vedere con il web: informarsi, informarsi, informarsi. Informazione e formazione continua, e i risultati arriveranno.

(Visited 133 times, 1 visits today)

Luca Ciavatta