0

La via dell’artista

SmartMente 1215

La classifica del ciclostile tra stile vintage e design industriale. La via dell’artista

Artista è colui che fa’ arte, colui che mastica con le tele dell’incanto. La via dell’artista è quella di esprimere la propria personalità, il proprio essere attraverso una o più arti. L’artista è creativo e crea opere.

Il linguaggio dell’artista, che sia parlato, scritto o figurativo, è suggestivo e mai banale. L’artista probabilmente da piccolo voleva diventare Dio o, perlomeno, un super eroe, un megalomane incallito e vanesio. Invece, crescendo, l’artista scopre l’oro dell’umiltà e diventa umano. Produce opere, caratterizzate al punto giusto, tanto che tutti i suoi simili iniziano ad apprezzarle. L’artista inizia il suo percorso alla ricerca di genere e personalità proprie.

La sorpresa, lo stupore e i quadri religiosi che lo circondano

L’artista differisce dall’uomo comune in tanti aspetti. La curiosità rimane quella di un bambino, la capacità di stupirsi e di sorprendersi di fronte alle meraviglie della natura che per l’uomo comune sono divenute soltanto un granello insignificante che fa parte del paesaggio che fa da sfondo all’incedere di tutte le sue giornate. L’uomo invecchiando diventa cieco di fronte alla meraviglia, l’artista invece continua a stupirsi e a meravigliarsi e ciò gli permette di stupire anche gli altri. La religione non tocca l’artista al punti di condizionargli la vita, lo stimola, gli da’ idee, lo percuote o gli rimane indifferente. L’uomo comune ne è soggiogato, ne è schiavo, come di una droga, come di un oppio.

L’artista non ha paura di esplorare, pensare, domandare. L’artista non ha paura di fare brutte figure, si butta, si espone. L’artista crede in sé e segue la propria via. Senza guardare gli sguardi delle altre persone. E si ricava i propri spazi.

L’artista è artistico anche nella sfera più intima e insignificante

  • La via dell’artista. Come ascoltare e far crescere l’artista che è in noi di Julia Cameron “La via dell’artista” incomincia dall’idea che l’espressione artistica non sia qualcosa di artificiale o d’innato, bensì la naturale direzione della vita di ognuno. Una direzione che va scoperta al di là delle paure, seguita amorevolmente, abbracciata con tutti noi stessi. Non c’è bisogno di lunghi tirocini nè di sofferenze inaudite per “creare”: basta capire come mettersi in ascolto di se stessi. Nel percorso tracciato da Julia Cameron è possibile imparare come diventare artisti, superando quei blocchi psicologici e pratici. Il percorso si articola in dodici settimane iniziando con alcuni esercizi semplicissimi, che daranno risultati sorprendenti indipendentemente dalla propria abilità. Libro di utilità, manuale, facezia indicativa. Questo è un testo multiforme come i propositi che presenta esplicati, dal concetto di blocco dell’artista alle motivazioni dello stesso. Un libro d’oro per artisti e aspiranti tali, un libro d’oro anche per tutti gli altri perché continua ispirazione di positività e buoni propositi.
  • Lampada con tre piedi colore nero di Zuiver Lampada da terra, con stile, perfettamente adatta per l’artista e il suo studio. Ideale anche per un angolo lettura e per le case con arredamento stile liberty. Più un artista è bravo e più sa operare con intelligenza, ma anche saper copiare, imitare, senza goffaggine. L’artista ha un suo proprio sistema, si crea l’ambiente più adatto per l’immaginazione e la produzione delle sue opere. Oggetti stilosi, senza critica, adatti al ricreare un ambiente stimolante e produttivo. Come questa lampada Zuiver, perfetta nelle più disparate circostanze, ideale per lo studio, il salotto e la casa in genere, ma anche per il negozio, la galleria e, più in generale, qualunque sia la via dell’artista. Tra gli scaffali di una biblioteca moderna da’ il meglio di se, magari vicino a una poltrona di velluto o uno sgabello di pelle.
  • Sgabello multicolore poggia libri di Links Vicino al divano o alla poltrona da lettura, l’ideale complemento è uno sgabello, come questo, perfetto per appoggiarvici sopra libri, bloc-notes oppure una tazza di caldo tè fumante. Funziona in maniera diversa, da base, da supporto o da sgabello, e fornisce una funzionalità perfetta per quei momenti di relax che ci si concede in compagnia di un buon libro e del proprio animale domestico. Provare a leggere in compagnia dei colori di questo sgabello Links è una esperienza sensoriale unica. Abbinato a un piccolo vaso con una pianta aromatica, una tisana ricercata dagli odori di campo, un libro e la compagnia della pioggia che batte sui vetri delle finestre, rende i momenti di relax vere e proprie oasi di pace meditativa. Arreda, rende più bella la casa, stimola l’artista e complementa l’esistenza. Colore, umore, amore. Soddisfare i sensi rende la vita migliore.